Cos'è

Gli Istituti Tecnici offrono una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico. Allo stesso tempo favoriscono lo sviluppo di competenze che permettono un immediato inserimento nel mondo del lavoro (in un’impresa o in un’attività autonoma). Con il diploma di Istituto tecnico, è possibile proseguire gli studi all’università, soprattutto nei corsi di laurea scientifici, tecnologici ed economici, o specializzarsi ulteriormente presso gli Istituti tecnici superiori.

Nell’articolazione Biotecnologie ambientali vengono identificate, acquisite ed approfondite le competenze relative al governo e controllo di progetti, processi e attività, nel rispetto della normativa sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro, ed allo studio delle interazioni fra sistemi energetici e ambiente, specialmente riferite all’impatto ambientale degli impianti ed alle relative emissioni inquinanti:

A conclusione del percorso quinquennale, il diplomato consegue i seguenti risultati di apprendimento in termini di competenze:

  • acquisire i dati ed esprimere quantitativamente i risultati delle osservazioni di un fenomeno attraverso grandezze fondamentali e derivate;
  • individuare e gestire le informazioni per organizzare le attività sperimentali;
  • utilizzare i concetti, i principi e i modelli della chimica fisica per interpretare la struttura dei sistemi e le loro trasformazioni;
  • avere consapevolezza delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui sono applicate;
  • intervenire nella pianificazione di attività e controllo della qualità del lavoro nei processi chimici e biotecnologici;
  • elaborare progetti chimici e biotecnologici e gestire attività di laboratorio;
  • controllare progetti e attività, applicando le normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza.

Attualmente il corso dispone di moderni laboratori di Chimica, di Ecologia Applicata e di Microbiologia, sicuri, ben attrezzati, frutto di un impegno economico e professionale ormai pluriennale, con personale preparato e competente. Le apparecchiature d’analisi sono spesso sofisticate e raramente riscontrabili in altre realtà scolastiche e tutto ciò è stato possibile grazie anche allo stretto rapporto di collaborazione con l’Università di Milano attraverso il Corso di “Valorizzazione del territorio montano” con sede in Edolo, presso l’Istituto Meneghini.
La maggior parte degli studenti diplomati presso questo indirizzo ha proseguito negli studi, seguendo corsi universitari in ambito paramedico (infermieri, analisti, fisioterapisti, ecc.) e medico-scientifico (biologia, chimica, farmacia, biotecnologie, medicina, ecc.) con elevate percentuali di successo ai concorsi di ammissione, grazie al percorso didattico approfondito ed attento seguito presso il nostro istituto.

Video di presentazione dell’indirizzo tecnico tecnologico Chimica, Materiali e Biotecnologie (CMB)

Videointerviste – indirizzo tecnico tecnologico Chimica, Materiali e Biotecnologie (CMB)

A cosa serve

Il diplomato in Chimica, Materiali e Biotecnologie ambientali:

  • ha competenze specifiche nel campo dei materiali, delle analisi strumentali chimico–biologiche, nei processi di produzione, negli ambiti chimico, merceologico, biologico, farmaceutico, tintorio e conciario;
  • ha competenze nel settore della prevenzione e della gestione di situazioni a rischio ambientale e sanitario;
  • è in grado di collaborare alla gestione ed al controllo dei processi produttivi nei contesti d’interesse, alla gestione e manutenzione di impianti chimici, tecnologici e biotecnologici, partecipando alla risoluzione delle relative problematiche; ha competenze per l’analisi ed il controllo dei reflui, nel rispetto delle normative per la tutela ed il rispetto dell’ambiente;
  • è in grado di integrare competenze di chimica, di biologia e microbiologia, di impianti e di processi chimici e biotecnologici, di organizzazione ed automazione industriale, per contribuire all'innovazione dei processi e delle relative procedure di gestione e di controllo, per il sistematico adeguamento tecnologico e organizzativo delle imprese;
  • è in grado di applicare i principi e gli strumenti in merito alla gestione della sicurezza degli ambienti di lavoro, del miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi;
  • è in grado di collaborare nella pianificazione, gestione e controllo delle strumentazioni di laboratorio di analisi e nello sviluppo del processo e del prodotto;
  • è in grado di verificare la corrispondenza del prodotto alle specifiche dichiarate, applicando le procedure e i protocolli dell’area di competenza; controllare il ciclo di produzione utilizzando software dedicati, sia alle tecniche di analisi di laboratorio, sia al controllo e gestione degli impianti;
  • è consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui sono applicate.

Come si accede

Iscrizioni scuola 2022-23. Le istanze potranno essere presentate dal 4 al 28 gennaio 2022.

Si potrà accedere al portale ministeriale tramite SPID all’interno di una cornice di omogeneizzazione e armonizzazione degli interventi per la digitalizzazione dei pubblici servizi, oltre che di adempimento di una previsione normativa.

Struttura responsabile dell'indirizzo di studio

Orario delle classi

Primo anno 33 ore settimanali (settimana corta).
Secondo anno 32 ore settimanali (settimana corta).
Triennio 32 ore settimanali (settimana corta).

Documenti

Brochure - CMB

pdf - 114 kb